Deficit di competenze relazionali ed emotive nelle professioni sanitarie

La rivista online I LUOGHI DELLA CURA ha pubblicato il mio articolo “Deficit di competenze relazionali ed emotive
nelle professioni sanitarie”, la pagina dedicata all’articolo è visitabile qui

La medicina, oggi, non presta abbastanza attenzione ai sentimenti dei pazienti e dei loro familiari, che si trovano a
fronteggiare emozioni dolorose come quelle che emergono durante una grave malattia o nell’insorgere di una demenza.
Se lavorare in contesti di sofferenza comporta che il personale sia disponibile a gestire i rapporti con sensibilità ed
attenzione, è necessario considerare le competenze di tipo relazionale tra le capacità tecniche indispensabili per
svolgere le professioni sanitarie.

Se desideri puoi lasciare un commento dopo la lettura dell'articolo, mi farà piacere avere in regalo un tuo pensiero.

2 + 13 =

Leggi qui sotto i commenti all’articolo …

 

Rosanna Alagna

Condivido profondamente le parole di Susanna Baldi. Non solo il “pacchetto" paziente dovrebbe avere una scritta a caratteri cubitali: FRAGILE TRATTARE CON CURA; ma anche la Direzione sanitaria dovrebbe capire che l’operatore sanitario essendo un essere umano non va...
Leggi ...

Lina Rossini

Articolo molto bello che racconta la fatica e le difficoltà di chi lavora negli ambienti sanitarie purtroppo evidenzia anche una non volontà o diffidenza delle Amministrazioni ad occuparsi di queste problematiche o comunque di ignorare come è evidenziato dal testo....
Leggi ...

Emanuele Brambilla

Molto interessante. Emanuele Brambilla Direttore Comunicazione Fondazione Don Gnocchi Onlus "Deficit di competenze relazionali ed emotive nelle professioni sanitarie" Leggi gli altri commenti:
Leggi ...